Chiamaci 0922 651672
Orario di lavoro 9-13 | 16-19
Via Lombardia, 50 Agrigento
Pubblica Amministrazione: 500Mila posti di lavoro e assunzioni

In arrivo nuovi posti di lavoro nella Pubblica Amministrazione. Entro i prossimi 4 anni si prevede che ben 500mila dipendenti pubblici cesseranno dal servizio. Il Ministro per la Pubblica Amministrazione, Giulia Bongiorno, ha annunciato che i posti rimasti vacanti saranno coperti grazie allo sblocco totale del turnover.

Al vaglio del Ministero ci sono poi nuove soluzioni per il reclutamento del personale, tra cui inserimenti diretti tramite le Università, mediante appositi corsi di formazione per i giovani.

Ecco cosa sapere sulle assunzioni nella Pubblica Amministrazione che saranno effettuate.

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE LAVORO E NUOVI CONCORSI

La notizia è stata riportata da diversi organi di informazione, attraverso recenti articoli dedicati alle nuove assunzioni Pubblica Amministrazione che potranno essere effettuate grazie a migliaia di uscite di personale nel corso di 3 o 4 anni. Il Ministro Giulia Bongiorno, intervenuta al Forum PA 2019, evento dedicato all’innovazione nella Pubblica Amministrazione svoltosi a Roma, dal 14 al 16 maggio, ha infatti dichiarato che nei prossimi anni sono ben 500mila i posti di lavoro nella PA che rimarranno vacanti per la cessazione dal servizio di altrettanti dipendenti statali. Queste uscite saranno determinate dal pensionamento ma anche dall’accesso a nuove misure per la pensione anticipata, quali ‘Quota 100’ e ‘Opzione Donna’.

Solo entro quest’anno sono 250mila i pensionamenti di lavoratori pubblici previsti, di cui 150 grazie alla c.d. Legge Fornero, ovvero la riforma del sistema pensionistico proposta dall’ex Ministro del Lavoro Elsa Fornero, di cui all’art. 24 del decreto legge 6 dicembre 2011, n. 201, e 100mila con la c.d. Quota 100, nuova misura introdotta dal Governo italiano per consentire il pensionamento anticipato. Si tratta di un numero considerevole di dipendenti che raggiungeranno i requisiti per ritirarsi e che occorrerà sostituire al più presto, in particolare nei settori pubblici che sono già carenti di organico, quali Scuola e Sanità. Per questo saranno effettuate nuove assunzioni PA che, stando alle dichiarazioni del Ministro Bongiorno, saranno portate a termine grazie ad uno sblocco del 100% del turnover.

I nuovi inserimenti consentiranno anche un concreto ricambio generazionale del personale che lavora nella Pubblica Amministrazione, a patto, però, che siano modificate le modalità di ingressogestione e sviluppo delle risorse, in particolare per agevolare l’inserimento di giovani. Per questo il Ministro Bongiorno e il Ministro dell’Istruzione Marco Bussetti stanno considerando l’ipotesi di creare un corso universitario specifico, che consenta ai partecipanti di accedere ad un concorso direttamente nella PA.

ALTRE ASSUNZIONI PA

L’annuncio segue, di qualche settimana, quello relativo ad un piano straordinario da ben 8400 inserimenti nelle amministrazioni centrali per il prossimo triennio, che andranno ad aggiungersi a quelli già previsti per i prossimi 5 anni dalla Legge di Bilancio 2019 e dal cosiddetto ‘Decreto Concretezza’. Questi ultimi riguarderanno anche i corpi di Polizia, i Vigili del Fuoco, i Tribunali e la Magistratura.

Si tratta di un programma assunzionale straordinario grazie al quale, nei prossimi 3 anni, saranno assunte 8.400 unità straordinarie di personale. Già entro il mese di luglio 2019 saranno assunti 1.300 unità di personale non dirigenziale a tempo indeterminato nei Tribunali e 990 Magistrati.
 

INSERIMENTI IN PROGRAMMA

Come riportato, in un recente articolo, dal quotidiano Il Sole 24 Ore, entro i prossimi 5 anni ci saranno 100mila nuovi assunti nella PA. Ecco, brevemente, quali sono le assunzioni in programma per il quinquennio 2019 – 2023:

ASSUNZIONI NELLA SCUOLA E NELLE UNIVERSITA’

Sono oltre 77mila i nuovi dipendenti che entreranno a lavorare nella scuola, di cui 66.000 Docenti e 11.500 Addetti alle Pulizie. Entro l’anno saranno pubblicati 2 bandi di concorso, di cui uno per assumere 16.959 Insegnanti di scuola d’infanzia e primaria, e l’altro per la copertura di 48.536 posti di lavoro nella scuola secondaria di primo e secondo grado. E’ previsto, inoltre, l’inserimento di 1000 Ricercatori nelle Università.

ASSUNZIONI INPS

L’Istituto nazionale della previdenza sociale assumerà 4.728 Funzionari e Addetti, a fronte di 2.438 uscite. Entro il mese di giugno, inoltre, ci sarà l’ingresso di 3.000 nuovi Dirigenti in Inps.

ASSUNZIONI NELLE FORZE DI POLIZIA

I Corpi di Polizia vedranno l’inserimento di 6.150 unità di personale entro il 2023, così distribuite:

  • n. 2.135 – Arma dei Carabinieri;
  • n. 1.943 – Polizia di Stato;
  • n. 1.133 – Guardia di Finanza;
  • n. 939 – Polizia Penitenziaria.

ASSUNZIONI VIGILI DEL FUOCO

Anche l’organico del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco sarà incrementato. Nel prossimo biennio saranno assunti 1.500 nuovi Vigili, di cui 850 entro quest’anno e 650 nel 2020.

ASSUNZIONI NEI MINISTERI

Diversi sono i Ministeri che recluteranno personale, prevalentemente amministrativo e dirigenziale, da assumere. Sono 6.768 i posti da coprire in programma, così distribuiti:

  • n. 3.800 – Ministero della Giustizia;
  • n. 1.000 – Ministero dei Beni Culturali;
  • n. 775 – Ministero dell’Interno;
  • n. 473 – Ministero della Salute;
  • n. 420 – Ministero dell’Ambiente;
  • n. 300 – Ministero degli Esteri.

ASSUNZIONI AVVOCATURA DI STATO, CONSIGLIO DI STATO, TAR, ANSFISA, INAIL, ISPETTORATO LAVORO

Il piano di reclutamento nella Pubblica Amministrazione comprende anche i seguenti inserimenti:

  • n. 1000 – Ispettorato Nazionale del Lavoro;
  • n. 420 – INAIL;
  • n. 371 – ANSFISA (Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle ferrovie e e delle infrastrutture stradali ed autostradali);
  • n. 111 – Avvocatura Generale dello Stato;
  • n. 26 – Consiglio di Stato e Tar.

ASSUNZIONI CON DECRETO CONCRETEZZA

Ricordiamo che il Consiglio dei Ministri aveva già approvato, nei mesi scorsi, il cosiddetto ‘Decreto Concretezza’, un disegno di legge finalizzato a favorire il turnover e contrastare l’assenteismo del personale nella PA, oltre che la digitalizzazione delle procedure. Il provvedimento legislativo prevede nuove assunzioni, da effettuare a valere sulle graduatorie di concorsi già svolti, ma anche attraverso nuovi bandi.

I posti di lavoro Pubblica Amministrazione da coprire riguarderanno, in particolare, giovani qualificati e professionisti da inserire in settori legati alla digitalizzazione e in altri ambiti. Stando, ancora, al provvedimento, per il recruiting saranno utilizzate le graduatorie di candidati idonei redatte in seguito a concorsi banditi negli anni precedenti e si procederà anche a bandire nuovi concorsi, in deroga alla normativa vigente in materia di mobilità senza la necessità della preventiva autorizzazione.

In sostanza si intende semplificare le assunzioni nella Pubblica Amministrazione, mediante procedure più rapide e accelerando, di fatto, il piano assunzionale previsto dalla Riforma della PA messa a punto dall’ex Ministro Marianna Madia.

Altre misure che rientrano nel Decreto Concretezza, così denominato perchè vuole dare avvio ad azioni concrete ed immediate per rinnovare la PA, hanno lo scopo di evitare le assenze croniche di alcuni dipendenti pubblici, per evitare inefficienze e tutelare i lavoratori pubblici che si impegnano nel proprio lavoro. Tra queste l’introduzione della rilevazione biometrica delle presenze, mediante l’identificazionecon impronte digitali. Si tratta di uno strumento che consentirà di combattere anche la consuetudine di alcuni lavoratori di far timbrare il proprio cartellino dai colleghi per risultare presenti anche quando sono assenti.  Particolare attenzione sarà dedicata, inoltre, alla digitalizzazione delle procedure, per semplificarle e rendere più funzionale l’intero sistema.

PROFILI RICHIESTI

I nuovi posti di lavoro Pubblica Amministrazione riguarderanno, in parte, profili tecnici, anche per sostenere il programma di digitalizzazione, cancellieri e assistenti giudiziari, ed esperti nell’utilizzo dei fondi europei e nel controllo di gestione. Si punterà, in particolare, su figure professionali carenti nelle PA e sui giovani.

BANDI E INFORMAZIONI

Gli interessati alle future assunzioni nella Pubblica Amministrazione dovranno attendere l’apertura dei nuovi concorsi e la pubblicazione dei relativi bandi pubblici

FONTE: https://www.ticonsiglio.com/pubblica-amministrazione-posti-lavoro/

Aggiungi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi contrassegnati sono richiesti *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.