ASSUNZIONE E FORMAZIONE

AVVISO PUBBLICO N. 3/2020
Misura 2C – ASSUNZIONE E FORMAZIONE
PROGRAMMA GARANZIA GIOVANI SICILIA 2° FASE
ASSE 1 e Asse 1bis – PON “Iniziativa Occupazione Giovani”

La misura è destinata ai giovani in possesso solo parziale delle competenze per lo svolgimento della mansione per cui sono stati assunti dal proprio datore di lavoro. Il rapporto di lavoro deve essere formalizzato o con contratto a tempo determinato, o di somministrazione – entrambi, per inciso, con durata non inferiore a sei mesi – oppure con contratto a tempo indeterminato. E ‘escluso dall’accesso alla misura il contratto di apprendistato, ovvero altre tipologie contrattuali non sussumibili nelle fattispecie sopra elencate.

La misura è volta ad agevolare l’inserimento lavorativo del giovane destinatario e a supportarlo per il completamento del proprio percorso professionale. In coerenza con il PON IOG, trattasi di politica attiva destinata al giovane e non alle imprese.

Soggetti destinatari

I destinatari obiettivo del presente Avviso sono i Giovani della fascia 18-35 anni di età non compiuti che attivano percorsi formativi entro 120 giorni dalla data di avvio del rapporto di lavoro risultante dalla CO di attivazione del rapporto stesso, e che concludano lo stesso entro anno 1 dall’assunzione.

Sono destinatari del presente avviso:

a) I NEET (Not in Education, Employment, Training) in possesso dei seguenti requisiti:

  • età compresa tra i 18 e 29 anni al momento della registrazione al portale nazionale o regionale;
  • essere residenti in una delle Regioni italiane, ammissibili all’Iniziativa per l’Occupazione Giovanile (IOG) e nella Provincia Autonoma di Trento;
  • essere disoccupati ai sensi del combinato disposto dell’art. 19 del d.lgs. n. 150/2015 e s.m.i. dell’art.4, co. 15-quater del d.l. n. 4/2019;
  • non frequentare un regolare corso di studi (secondari superiori, terziari non universitari o universitari);
  • non essere inseriti in alcun corso di formazione compresi quelli di aggiornamento per l’esercizio della professione o per il mantenimento dell’iscrizione ad un Albo o Ordine professionale;
  • non essere inseriti in percorsi di tirocinio curriculare e/o extracurriculare in quanto misura formativa.

b) I NON NEET in possesso dei seguenti requisiti:

  • età compresa tra i 18 e i 35 non compiuti;
  • essere disoccupati ai sensi del combinato disposto dell’art. 19 del d.lgs. n. 150/2015 e dell’art.4, co. 15-quater del d.l. n. 4/2019 (circolare ANPAL n. 1/2019);
  • essere residenti nelle Regioni meno sviluppate e in transizione (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia).

Descrizione delle attività

Il progetto formativo deve essere formalizzato prima della sottoscrizione della CO e dell’avvio delle attività previste dalla misura e deve essere redatto in collaborazione tra l’Azienda e il Soggetto Attuatore. Infine, si precisa che l’attivazione di un rapporto di lavoro e la conseguente CO costituisce un presupposto per lo svolgimento della Misura 2C, pertanto non pregiudica la permanenza del NEET nel Programma.

L’avvio della misura, in particolare, coincide con il momento della formalizzazione del progetto formativo (PF), che avviene prima dell’assunzione del giovane, ovvero prima della sottoscrizione della CO.

L’avvio dei percorsi formativi post assunzione dovrà avvenire, in ogni caso, entro 120 giorni dalla data di formalizzazione del rapporto di lavoro risultante dalla CO di attivazione del rapporto stesso o precedenti l’avvio dell’attività lavorativa, purché risulti formalizzata l’assunzione.

La partecipazione alle attività formative dovrà avvenire in forma individuale.

Il giovane destinatario della misura sarà convocato dal CPI a seguito dell’avvenuto deposito del progetto formativo (PF) da parte del Soggetto Attuatore (SA), per la debita presa visione e la relativa sottoscrizione;

A seguito dello svolgimento della superiore attività, il CPI provvederà a convocare il Soggetto Attuatore (SA), onde consegnare la documentazione occorrente per l’avviso del percorso formativo. Formalizzata tale attività, si determinerà il passaggio di “stato” del giovane da quello relativo alla “presa in carico” (A) a quello afferente, per l’appunto, l’“avvio della misura” (T).

La durata del percorso formativo è variabile in relazione al percorso formativo intrapreso.

Progetto formativo

Nel Progetto Formativo andranno menzionati i dati di identificazione del datore di lavoro, del Soggetto Attuatore (SA) e del giovane, oltre che altre ulteriori informazioni.

Nel PF andranno, altresì, riportati la mansione riservata al giovane assunto o da assumere, il gap formativo da colmare, il fabbisogno aziendale e i docenti che avranno cura di avviare il percorso previsto dalla misura. Nella sezione descrizione attività, infine, devono essere precisate le competenze in uscita previste dal percorso formativo (output).

Il PF è redatto in collaborazione tra il datore di lavoro e il Soggetto Attuatore e viene firmato dal giovane, successivamente, avanti al CPI, per presa visione.

La durata del PF è variabile, secondo la tempistica delineata dall’articolo 5, ed è correlata al percorso formativo da intraprendere.

Per saperne di più cliccare sul seguente LINK.

Aggiungi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi contrassegnati sono richiesti *