Concorso Ispettorato del Lavoro 2020

Concorso Ispettorato del Lavoro 2020

Concorso Ispettori del Lavoro – Posti e requisiti

Quanti saranno i posti a disposizione?

Sono stati approvati 550 nuovi inserimenti dal nuovo DL Rilancio.

Perché ci saranno nuove assunzioni per l’INL?

Come stabilito dal DL Rilancio, le nuove assunzioni si rendono necessarie per intensificare le ispezioni al fine di consentire una regolare dinamica di ripresa delle attività produttive che salvaguardi le basilari esigenze di salute e sicurezza dei lavoratori per contrasto al Covid-19.

Quale titolo di studio bisogna possedere per partecipare?

Per poter partecipare, è necessaria la laurea in:
– Scienze dei servizi giuridici (L-14) e dell’amministrazione e dell’organizzazione (L-16);
– Scienze politiche e delle relazioni internazionali (L-36);
– Laurea Magistrale in Giurisprudenza;
– Scienza delle Amministrazioni pubbliche.
Sono ammessi anche titoli equivalenti secondo la normativa vigente.

Come saranno suddivisi i posti?

I 550 posti annunciati saranno così suddivisi:
– 450 posti da ispettore ordinario;
– 100 posti da ispettore tecnico.
Questo dato si evince dal Piano Triennale del Fabbisogno dell’Ispettorato del Lavoro, che puoi consultare cliccando qui.

In quante prove sarà articolato il concorso? Ci sarà una banca dati?

Per questo tipo di informazioni, che sono più specifiche e riguardano l’intero iter del concorso, è necessario aspettare l’uscita del bando.

Il concorso potrebbe essere gestito dalla Commissione RIPAM?

Si certo come è avvenuto per il Concorso RIPAM Lavoro relativo peraltro anche alla figura dell’ispettore del lavoro.

Quando sarà pubblicato il bando?

Entro questa estate

Come si inoltrerà la domanda?

Per istruzioni su come inoltrare la domanda è necessario attendere l’uscita del bando in Gazzetta Ufficiale.

FONTE: https://www.concorsando.it/blog/concorso-ispettorato-del-lavoro-inl/

Aggiungi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.